231 visite

Carrello per le pulizie

carrello per le pulizie

Carrello per le pulizie dove acquistarlo?

Carrello per le pulizie come scegliere tra i vari modelli? Scopriamo questa strumentazione nell’articolo.

Se hai una ditta di pulizie dovrai necessariamente acquistare la strumentazione giusta per permettere ai tuoi dipendenti di lavorare comodamente e praticamente. Uno degli elementi più diffuso che vediamo molto spesso sia in ambito alberghiero sia in altri ambiti che riguardano sempre le pulizie è il carrello per le pulizie. In questo articolo andremo a parlare proprio di questo strumento, di come fare per sceglierlo e di come acquistarlo per i nostri dipendenti. Prosegui questa lettura.

Che cos’è la ditta di pulizie?

Prima di arrivare a parlare dei vari strumenti che possiamo utilizzare in un’impresa di pulizie dobbiamo necessariamente capire che cos’è una ditta di pulizie. Questo genere di impresa si occupa di realizzare pulizie professionali di ogni tipo di locale sia commerciale che industriale e casalingo. Esistono infatti tantissimi rami che un’azienda che sceglie di lavorare in questo settore può decidere di perseguire.

C’è chi sceglie di offrire ogni tipologia di servizio e chi invece decide di concentrarsi su un determinato ramo. A seconda della scelta, il titolare dell’attività, dovrà acquistare il materiale, la strumentazione ed i macchinari idonei per eseguire ogni tipologia di lavoro richiesto. Una cosa che accomuna ogni singolo settore dell’azienda di pulizia è la possibilità di dotare i propri clienti di un carrello per pulizie.

Che cos’è il carrello delle pulizie?

Carrello per le pulizie

Il carrello delle pulizie è uno strumento appositamente creato per facilitare il lavoro dei nostri dipendenti. Esso permette di trasportare, facilmente, tutto quello di cui abbiamo bisogno da un posto all’altro. Al suo interno infatti inseriamo stracci, scopa, detersivi, sacchi della spazzatura, pezze, panni in micro fibra e molto altro. Questo garantisce al personale di portare con se tutto quello di cui ha bisogno durante il percorso di pulizie. Utilissimo quando dobbiamo pulire spazi molto grandi, è infatti particolarmente utilizzato in ambito alberghiero e industriale.

Per tutti vale lo stesso?

La risposta è ovviamente no. Il carrello delle pulizie non può essere uguale per tutti, ci sono centinaia di modelli differenti alcuni si adattano meglio ad un settore piuttosto che ad un altro. Infatti se ci troviamo a lavorare in ambito industriale utilizzeremo un prodotto differente da quello che utilizzeremmo in ambito commerciale o alberghiero. Ce ne sono infatti moltissimi diversi dobbiamo perciò scegliere il modello più idoneo alle nostre esigenze.

Come scegliere il carrello giusto per le nostre esigenze

Quando ci troviamo davanti alla necessità di acquistare un carrello per i nostri dipendenti dobbiamo sceglierlo considerando diversi fattori, ecco alcune linee guida che possiamo seguire prima di effettuare la scelta:

  • Considerare il materiale con cui è costituito. Ne esistono di plastica e di metallo, allora il consiglio è questo più saranno solidi i nostri carrelli più dureranno a lungo e più cose potranno sostenere. Però è anche vero che in alcuni casi è meglio sfruttare qualcosa che risulti più maneggevole rispetto ad altro. Quindi se dovrai utilizzare il carrello per portare solo poche cose come qualche straccio, pezze, panni in micro fibra, scopa e una busta della spazzatura allora in plastica sarà perfetto. Al contrario se deve avere lo spazio anche per secchi di acqua o detersivo, e se devi portare con te anche il mocho dovrai optare per la versione in metallo.
  • I ripiani, devono essere presenti per poterci poggiare tutte le varie attrezzature minute come ad esempio spugne, pezze, guanti e molto altro.
  • Uno o più contenitori a seconda di quanti spray e detersivi dovrai dotare i tuoi dipendenti durante il loro turno di lavoro.
  • Altro fattore da considerare è quello della presenza di un anello porta sacco della spazzatura, essenziale ad esempio se la nostra azienda si occupa di pulizie in alberghi ed uffici. Se il personale avrà con se un sacco della spazzatura ha disposizione non dovrà fare avanti e indietro per svuotare i secchi.
  • Le ruote dovranno essere non troppo grandi né troppo piccole e dovranno funzionare perfettamente, al bando ogni sorta di ostruzione o frenaggio.
  • La grandezza, né troviamo di ogni tipo non sempre quelli piccoli sono poco resistenti anzi a volte sono più pratici e resistenti rispetto a quelli grandi.

Quanti carrelli acquistare?

Il numero di carrelli da acquistare varia a seconda del numero del tuo team. Ad esempio se prevediamo di lavorare in albergo che dispone di 8 piani dobbiamo dotare il personale di un carrello per ogni coppia di lavoratori. Molto spesso in albergo lavorano più coppie contemporaneamente, ognuna delle quali si occupa di un piano. Ognuna di queste coppie dovrà essere dotata di un carrello da condividere con i propri compagni. Il numero perciò dipende dalle tue esigenze e dalla mole di lavoro che hai da gestire.

Costi del carrello per le pulizie

Se sei intenzionato ad acquistare un carrello per le pulizie dovrai sapere che ce ne sono tanti differenti, ognuno dei quali presenta un costo diverso. Possiamo trovare prodotti che hanno un costo irrisorio sui circa 20 euro ma anche carrelli che hanno un costo oltre i 200 euro dovrai perciò acquistare il prodotto più idoneo alle tue esigenze.

Cos’altro occorre per aprire una ditta di pulizie?

Per aprire una ditta di pulizie, escludendo tutta la parte burocratica che è obbligatoria per tutti, dovrai considerare di acquistare macchinari speciali e professionali in base all’ambito in cui intendi lavorare. Dovrai inoltre provvedere ad acquistare prodotti per la pulizia professionale. Al giorno d’oggi dovrai dotarti di strumentazione, macchinari e prodotti per effettuare la sanificazione di ogni ambiente resa ormai obbligatoria per legge. Conoscerai benissimo l’attuale situazione sanitaria italiana e mondiale.

Questo ha portato a dover modificare il modo di effettuare le pulizie dovendo utilizzare prodotti e macchinari specifici per sanificare regolarmente ogni ambiente. Dovrai perciò adeguarti anche tu a queste nuove direttive. Inoltre dovrai affiancarti di un team di personale al quale affidare i tuoi clienti. Accertati che i tuoi dipendenti siano professionali, educati e in grado di effettuare pulizie professionali. Una volta vagliato tutte queste cose ed acquistato tutta la strumentazione come il carrello per le pulizie, sarai pronto per iniziare a lavorare come ditta di pulizie.